Gielle offre una gamma completa di estintori portatili e carrellati caricati ad acqua, schiuma, polvere e anidride carbonica abbinati a un pacchetto di servizi di manutenzione, fornendo così un servizio completo end-to-end.

Estintore a polvere 
È costituito da un involucro in lamiera d’acciaio, pressurizzato con gas inerte o con aria deumidificata a circa 15 bar (pressione di esercizio a 20°C) contenente come estinguente polvere chimica, costituita principalmente da composti salini quali: bicarbonato di potassio, per polveri bivalenti classe d’incendio B, C. 

Solfati di ammonio e fosfato manoammonico, per polveri trivalenti classi di incendio A, B, C, addittivato con altre sostanze che conferiscono alla stessa particolari proprietà di: fluidità e resistenza all’umidità, idrorepellenza.

L’azione che espleta la polvere sull’incendio si riassume in: soffocamento, raffreddamento, inibizione delle parti incombuste quindi blocco della catalisi dell’incendio.

Ad ogni buon fine prima di utilizzare l’estintore verificare: 
• che l’estinguente contenuto sia compatibile e adatto alla classe d’incendio da attaccare; 
• l’effettiva pressione di carica attraverso il manometro “se presente”; 
• controllare la mancanza di eventuali manomissioni su tubo, lancia, sigillo di sicurezza; 
• scuotere per un paio di volte l’estintore per eliminare se presenti eventuali principi di costipamento della polvere.

Al termine di queste operazioni, che devono essere immediate, togliere la spina di sicurezza e intervenire sul principio d’incendio dirigendo sempre l’estinguente alla base delle fiamme.
L’estintore a polvere può essere utilizzato su: • quadri elettrici fino a 1000 V; • materiali di classe A (carta, legno, materie plastiche, sostanze di sintesi, tessuti ecc.); • liquidi infiammabili (benzine, gasolio, alcool, ecc.); • materiali di classe D (magnese, alluminio, sodio, potassio, ecc.) solo con polveri speciali.
76 Per la sua particolarità costruttiva l’estintore è ideale per spegnere più focolai.

Polvere polivalente (ABC – Fosfato di ammonio, BC Bicarbonato di sodio o potassio) immagazzinata in pressione di azoto.

Si scarica approssimativamente in 8 – 15 secondi operando ad una distanza di 1 – 2.5 metri

Gli estintori a polvere polivalente sono adatti all’impiego nei laboratori; però, possono provocare notevoli danni. I residui di polvere possono infiltrarsi nelle apparecchiature elettriche e danneggiare l’ottica, gli specchi ecc. delle apparecchiature di laboratorio.

Ricordarsi che una volta spento in principio d’incendio è opportuno arieggiare se l’incendio si è sviluppato all’interno di un locale, infatti oltre ai prodotti della combustione: CO, CO2, vari acidi e gas, presenza di polveri incombuste nell’aria c’e anche la polvere estinguente che proprio perché sottilissima potrebbe essere inspirata insieme ad altre sostanze negative dall’operatore.

Smassare inoltre eventuali residui per spegnere eventuali braci che possono riavviare l’incendio.

PRODOTTI E SOLUZIONI ANTINCENDIO

Impianti FM-200

Progettazione, installazione e manutenzione di impianti antincendio FM-200.

DETTAGLI

Impianti Novec 1230

Impianti e sistemi antincendio con il Novec 1230, soluzioni chiavi in mano.

DETTAGLI

Centro raccolta Halon

Gielle è centro autorizzato alla raccolta, riciclo e recupero dell’Halon.

DETTAGLI

Qualità certificata
certs

Sono interessato a

Nome e Cognome*

La tua E-mail*

Dettagli richiesta*

Non esitate a contattarci, il nostro servizio clienti è a vostra completa disposizione per qualsiasi esigenza.

Richiedi un preventivo gratuito – Chiamaci allo +39 080.3118998

Con più di 400 dipendenti in tutto mondo, Gielle ha la capacità e l’esperienza per fornire
le migliori soluzioni complete di protezione antincendio.